“In un discorso di insediamento che mi ha molto emozionato, perché è stato una vera e propria lezione ai giovani sulla nostra Costituzione, il Presidente della Repubblica oggi ha affermato: <>. E il lavoro, l’aumento dei posto di lavoro, è l’obiettivo principale della legge sul Rilancio delle Imprese, sulla quale investiamo fin da subito 67,6 milioni di euro per i prossimi tre anni”. Lo ha affermato il Capogruppo di Sinistra Ecologia Libertà in Consiglio regionale, Giulio Lauri, intervenendo oggi nel corso della la discussione sul nuovo piano industriale.

“Queste risorse sono aggiuntive rispetto ai 401 milioni di euro già messi a disposizione delle imprese dall’inizio della legislatura e, rispetto al passato, rappresentano un investimento aggiuntivo rivolto al mondo del lavoro per aiutarlo ad uscire dalla crisi”.

“Negli ultimi vent’anni – ha continuato Lauri – abbiamo assistito al trasferimento di un’enorme quantità di risorse pubbliche al mondo delle imprese: il problema è che sui livelli di disoccupazione, su una più equa distribuzione del reddito e sulla capacità di innovazione e di aggregazione delle imprese non hanno prodotto risultati. Il pregio di questo provvedimento è che, invece, si pone in totale discontinuità con il passato: basta interventi a pioggia, e invece una scelta di investimenti mirati che discende da una precisa lettura del tessuto economico della regione e da un’analisi realistica dei suoi punti di forza e di debolezza”.

“Ma sbaglia Riccardi – ha concluso Lauri – a sostenere come ha fatto ieri che quasi nulla è destinato alle piccole e piccolissime imprese: la nostra ambizione è, invece, precisamente quella di aiutare anche queste a fare ricerca, a mettersi in rete, permettendo anche a loro di partecipare ai processi di innovazione e di crescere e competere in un mercato globale”.

Comunicati Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *