La Giunta regionale istituirà un tavolo di lavoro tra Istituzioni, Università e stakeholders per individuare una strategia condivisa che porti alla risoluzione del problema del Banco della Mula di Muggia. Questo è quanto ottenuto dal Consigliere di SEL, Alessio Gratton, tramite un atto da lui presentato e collegato alla legge di “difesa del suolo”.

“Dobbiamo intervenire tempestivamente e in modo congiunto – commenta il primo firmatario dell’odg Alessio Gratton – attraverso per esempio uno studio dedicato per evitare che, fra qualche anno, l’intero specchio di mare antistante la spiaggia venga ridotto, come già accade a Grado Pineta, a fondali di melma e barene di vegetazione per interi chilometri di costa”.
“Il Banco della Mula di Muggia – continua il consigliere di SEL – rappresenta infatti una minaccia alla balneazione delle spiagge di Grado dal momento che è arrivato ormai a lambire la zona di Città Giardino e questo rappresenta a sua volta una minaccia sia alla principale economia dell’isola che a quella dell’entroterra che vive di indotto e quindi alla crescita dell’intero territorio”.

“Questo ordine del giorno è anche propedeutico – conclude Gratton – ad un provvedimento ad hoc sulla difesa dei litorali che resta, data anche la natura trasversale degli interessi coinvolti (ambientali, economici, turistici), questione centrale al tema della difesa del suolo”.

Comunicati Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *