Le risorse disponibili in Assestamento di bilancio per l’Ambiente sono cospicue, ma le Grotte del Carso sono state dimenticate. Perché?

“Quali sono le priorità della giunta per quanto riguarda le bonifiche delle discariche autorizzate e non, e dei siti dove sono stati abbandonati rifiuti, in particolare quelli liquidi ed altamente inquinanti come gli idrocarburi? Perché la giunta regionale non affronta subito il problema degli idrocarburi abbandonati da anni nelle grotte del Carso, rispondendo alla richiesta di aiuto del Comune di Trieste?”, lo ha domandato Giulio Lauri, Capogruppo di Sel in Consiglio regionale, all’ Assessore Ambiente ed Ecologia, Sara Vito, nel corso della discussione sull’ assestamento di bilancio 2015.

“Le risorse disponibili in Assestamento di bilancio per l’Ambiente sono cospicue, con interventi legati alla lotta al dissesto idrogeologico, alla bonifica di siti contaminati e alla chiusura delle discariche. Dei 3 milioni di euro previsti per la bonifica di siti inquinati e la chiusura delle discariche, di cui 500 mila sono rivolti ad interventi di caratterizzazione destinati ai Comuni, i restanti 2 milioni e mezzo vorrei capire come saranno indirizzati e in virtù di quali priorità. Nel particolare: 1.900 mila al Comune di Pozzuolo per chiusura discarica, 100 mila sempre a Pozzuolo per asporto percolato discarica, 500 mila a San Giorgio di Nogaro. Perché Trieste non è stata presa in considerazione?

Quello delle Grotte inquinate del Carso è un problema ambientale rilevante, con un rimpallo di responsabilità imbarazzante tra Comune ed Arpa, per quanto riguarda proprio la caratterizzazione precisa. Si tratta di una bomba ecologica che si protrae da tanti anni. Il Carso è un territorio particolare, al contrario della Pianura friulana: non ha un’intercapedine di ghiaia che rallenta la percolazione che, inevitabilmente, finisce velocemente nelle falde acquifere, nel Timavo, e quindi nel mare.”

 

Comunicati Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *