“Forse, invece che pensare a nuovi regolamenti comunali in cui disporre il trancio delle catene alle biciclette legate ai pali della luce e a fare le crociate contro le piste ciclabili, il sindaco Dipiazza dovrebbe risolvere i problemi che ci sono su quelle esistenti, progettarne di nuove e predisporre un piano straordinario per 500 nuovi stalli in tutta la città.”
Lo ha dichiarato Giulio Lauri rappresentante di Sinistra ecologia libertà FVG in Consiglio regionale, prendendo posizione sulle recenti proposte di regolamenti della Giunta comunale di Trieste e commentando le iniziative prese dalla maggioranza regionale sul tema del sostegno alla mobilità sostenibile.
“Il nostro impegno in questo campo non è mai venuto meno: nel marzo 2014 su mia proposta, la legge regionale <<Rilanciaimpresa>> ha istituito un contributo per l’acquisto di biciclette elettriche a pedalata assistita. Da allora, nonostante l’ostracismo delle opposizioni di centro destra, la misura ha ricevuto un ottimo riscontro, suscitando interesse e soddisfazione da parte dei cittadini. Si tratta di una misura importante perché contempera esigenze economiche e ambientali: pur dando un contributo al rilancio dei consumi senza costare praticamente nulla alla Regione, che rientra degli stanziamenti attraverso la compartecipazione al gettito IVA, ha un effetto virtuoso sulla mobilità regionale perché permette a tutti di spostarsi in modo più sano e nel rispetto dell’ambiente specie nelle città con tante salite nel collegamento tra le frazioni e i centri abitati principali.”
“Raramente una misura di politica economica regionale rivolta ai privati ha avuto un successo simile: negli anni scorsi ogni sei mesi gli stanziamenti finivano per esaurirsi, lasciando diverse decine di domande inevase: fino ad oggi sono stati stanziati e spesi 450.000 euro gran parte dei quali sono già rientrati o rientreranno nelle casse della Regione.”
“Anche nell’ultima legge di stabilità ci sono importanti novità: 150mila euro stanziati + 30mila aggiunti con un nostro emendamento e, con un mio ordine del giorno, accolto, la Giunta si impegna a fissare parametri che tengano conto delle effettive necessità dei territori sulla base delle loro caratteristiche geomorfologiche.”
“Dopo gli stanziamenti destinati alla costruzione delle cosiddette “zone 30” nei centri abitati, che hanno permesso di finanziare tutte le domande presentate tra le quali quella che assegna 100mila euro al Comune di Muggia per realizzare la riqualificazione dell’attuale minirotatoria e una nuova pista ciclabile e” – conclude Lauri –“un ulteriore passo avanti sarà fatto con la presentazione del nuovo Disegno di Legge regionale sulla mobilità sicura e sostenibile che abbiamo intenzione di approvare entro la prima metà del 2017 che prevede, tra l’altro, la creazione di nuove infrastrutture e incentivi per l’adozione dei piani di sviluppo della mobilità sostenibile dei Comuni e delle UTI e per orientare in questa direzione la mobilità pendolare sul percorso casa-lavoro.”

News